Il meglio della Sicilia: La Cattedrale di Noto

Cosa visitare in Sicilia La Cattedrale di Noto

Sorge al centro della città e si innalza sulla sommità di una grandiosa scalea a tre rampe, che sembra spingerla verso l’infinito e che divide la piazza principale in due grandiosi spazi semicircolari. La costruzione fu iniziata subito dopo il terremoto del 1693 e si completò nel 1770. All’architetto Vincenzo Sinatra si deve il progetto dell’intero edificio, anche se probabilmente si susseguirono diversi architetti.

Best places to visit in Sicily - The Cathedral of Noto

The Cathedral of Noto


La facciata è quindi un’armoniosa ed omogenea fusione di barocco e neoclassicismo. Essa è suddivisa in due superfici lineari, superiore ed inferiore, e propone quattro nicchie e due gruppi di quattro colonne corinzie, che creano contrasti di luci e ombre, dando un dinamismo spaziale splendido.
Due torri campanarie ai lati e un grande frontone centrale, ornati da 14 vasi in pietra calcarea e quattro statue, completano il prospetto. L’interno della chiesa è classicheggiante. La pianta, a croce latina, è a tre navate, con quella centrale più grande delle due laterali. La Chiesa custodisce l’urna d’argento, contenente i resti di San Corrado Confalonieri, ed un ricco archivio di rari manoscritti.

Noto in Sicilia Cosa visitare Palazzo Ducezio

Noto in Sicilia Cosa visitare Palazzo Ducezio

Noto in Sicily Best places to visit Ducezio Palace

The Ducezio Palace

È la sede del municipio e sorge di fronte alla cattedrale, come a significare la corrispondenza dei due poteri: civile e religioso. La moderata altezza e la maestosità della cattedrale che torreggia su di esso, lo fanno apparire di dimensioni contenute. Fu progettato dall’architetto Vincenzo Sinatra, che vi lavorò per oltre 10 anni. Il progetto originario era ad un solo piano si ispirava ai modelli francesi per l’ingresso semicircolare, per gli angoli rientranti, per la sala di ricevimento ovale e per la cupola centrale. Nel 1950 fu sopraelevato di un altro piano, che alterò l’originaria concezione. L’edificio tuttavia conserva un certo equilibrio e si adatta perfettamente all’ambiente che lo circonda.

Noto in Sicily Best places to visit Ducezio Palace hall of mirrors

Sala degli specchi (Hall of Mirrors)


All’interno, il salone di rappresentanza è a pianta ovale ed è arredato in stile Luigi XVI, con ricchi ori e stucchi. Un grande e magnifico affresco di Antonio Mazza, sulla volta, raffigura re Ducezio mentre indica il luogo dove doveva sorgere l’antica NEAI, patria del condottiero nel quarto secolo a. C, per fronteggiare i nemici.

Best places to visit in Sicily – The Cathedral of Noto

Best places to visit in Sicily – The Cathedral of Noto

The Cathedral was built at the centre of the city, and it rises at the top of a grand, three-flighted, staircase. The staircase seems to drive it toward the infinite, and it also divides the main square into two large semi-circular space.

Best places to visit in Sicily - The Cathedral of Noto

The Cathedral of Noto

The construction of the building started immediately after the earthquake of 1693, and was completed in 1770.
The plan of the Cathedral is attributed to architect Vincenzo Sinatra, although probably, other architects later  turned over its construction.
The facade is therefore a harmonious and homogeneous fusion of baroque and neo-classicism.
It is sub-divided into two linear areas; the superior area, and the inferior area. It proposes four niches and two groups of four Corinthian pillars which create a contrast of light and shadow, thereby giving a splendid special dynamism.
The prospect is completed by two bell-towers at the sides and a large, central facade, decorated by fourteen vases made of limestone, together with four statues.
Inside, the Cathedral shifts towards the classical. The plan, in the shape of a latin cross, is made up of three aisles, with the central aisle being larger than the lateral ones.
The church preserves the silver urn with relic of S. Corrado Confalonieri inside it. It also preserves a collection of rare manuscripts.