Arte: Andy Warhol a Noto; in mostra 120 opere

Fino al 28 Agosto 2016 presso l’ex Convitto di Noto, saranno esposte 120 opere dell’artista Andy Warhol provenienti dalla Collezione Rosini-Gutman di Riccione. I cittadini di Noto e dintorni potranno conoscere la grande capacità artistica e comunicativa del grande maestro della pop art. Sono presenti alcune opere famose tra cui quella dedicata a Flowers, Cow e Fish, e i manifesti creati per i film e le copertine dei dischi tra cui spiccano quelle dei Rolling Stones, dei Velvet Underground e dei Graces Jones.

Andy Warhol

Andy Warhol mostra a Noto dal 7 Maggio al 28 Agosto

Il percorso espositivo è suddiviso in sezioni che ripercorrono la vita dell’artista a partire dalla sua attività serigrafica, tecnica che permette la riproducibilità delle opere tramite matrice originaria: in mostra i 20 disegni degli anni ’50 che introducono l’inizio della sua carriera per poi concludere con le mitiche lattine della Zuppa Campbell e ai celebri ritratti di Marilyn Monroe, Mao, Ingrid Bergman, Man Ray e Liz Taylor. Inoltre sarà visionabile una rarissima intervista realizzata dal giornalista Vanni Ronsisvalle nel 1977 a Roma, in cui Andy viene ripreso mentre passeggia per la città incontrando personalità note come Federico Fellini.

DISTRUTTI SITI ARCHEOLOGICI A NOTO

progetto “Bretella Noto

avvio dell’ulteriore progetto “Bretella Noto”

Inviata pochi giorni fa la petizione al Presidente della Regione Rosario Crocetta e all’Assessore Regionale ai Beni Culturali e Ambientali Prof.ssa Maria Rita Sgarlata avente per oggetto la segnalazione di danni al patrimonio archeologico in c.da Astrico-San Nicola a Noto e la correlata richiesta di revoca dell’incarico di Soprintendente ai BB. CC. AA. di Siracusa, architetto Orazio Micali.

Alcune tombe del periodo greco sarebbero andate distrutte in suddetta contrada durante i lavori di costruzione della bretella stadale Noto-Pachino, a servizio dell’autostrada Siracusa Gela, uscita Noto.

Si sta assistendo ad una devastazione illogica e inutile del territorio, che ha modificato il paesaggio in maniera irreversibile, attraverso la realizzazione di ben 6 rotatorie, alcune delle quali completamente inutili. A dirla tutta proprio la bretella Noto-Pachino, in aggiunta alle altre rotatorie, si dimostra un’opera superflua, che ha consumato ettari di fertile territorio agricolo e, cosa peggiore, si insinua in modo devastante nella piana del Tellaro, zona di grande importanza archeologica, modificando drasticamente il paesaggio a ridosso della Riserva di Vendicari, che dovrebbe essere soggetta a speciali vincoli di salvaguardia.
I lavori purtroppo stanno continuando nonostante la Soprintendenza ne sia a conoscenza dimostrando una totale incompetenza nell’opera di tutela del patrimonio archeologico ed ambientale.

A seguito della nomina a Soprintendente al BB CC AA di Siracusa dell’architetto messinese Orazio Micali, sono state rilevate molte irregolarità che ne mettono in dubbio meriti e competenze: a quanto sembra l’Arch. Micali è responsabile della ritardata approvazione del Piano Paesaggistico Provinciale (PPP); della mancata perimetrazione del “Parco archeologico di Siracusa” e del “Parco archeologico di Eloro, Villa del Tellaro, delle aree archeologiche di Noto e dei Comuni limitrofi”; del rilascio di numerose autorizzazioni (es. lavori di bitumazione davanti al Santuario rurale di Artemide in viale Scala Greca a Siracusa; collocazione di una antenna di telefonia mobile sulla necropoli del Colle S. Nicolò a Buscemi, ecc.); atteggiamenti di apertura verso portatori di interessi privati che con l’entrata in vigore del PPP sarebbero obbligati a sottoporre i loro progetti alle prescrizioni in difesa del patrimonio (es. verso i lavori di ampliamento del cementificio Buzzi Unicem di Augusta sopra la necropoli di Megara Iblea, e verso la costruzione di 71 villette in Epipoli dentro il perimetro del futuro Parco archeologico di Siracusa); e per finire sembra che il Soprintendente sia poco incline all’interlocuzione con cittadini e Associazioni, mancanza non da poco valore considerando la sua importante posizione.
I responsabili legali di alcune associazioni interessate hanno richiesto l’immediata sospensione dei lavori della bretella stradale e l’immediata revoca della nomina di Soprintendente ai BB CC e AA di Siracusa all’architetto Orazio Micali.
I firmatari sono:
ACQUANUVENA onlus – f.to Baldassare Cuda

ARCHEOCLUB Sezione di Noto – f.to Laura Falesi

CASE SPARSE DELL’AGRO NETINO – f.to Antonella Melchiori

LEGAMBIENTE Sezione di Pachino – f.to Salvatore Maino

NATURA SICULA onlus – f.to Fabio Morreale

NOTO LIBERA – f.to Rosa Bologna

NOTOAMBIENTE – f.to Sebastiano Tiberio

SCIAMI – f.to Massimo Gimigliano